Attenti al lupo anzi… all’uomo

Nel cuore delle Dolomiti venete una macchina insegue per circa due chilometri un branco di quattro lupi, costretti a correre a 50 chilometri orari dall’inseguitore. Un grande sforzo, consumando energie in un periodo già di per sé avverso. Un inseguimento come quello mostrato nel video per i lupi in casi estremi potrebbe portarli anche alla morte. Dal video si capisce che l’uomo ha subito dei danni la scorsa estate a causa dei lupi, ma questo non può essere una giustificazione per un comportamento inutilmente crudele. L’uomo identificato dalle Forze dell’Ordine nel video dice “Beccati! Ora li scanno”, ma quando le Associazioni ambientaliste scoprono il video e insorgono afferma: “Ero emozionato per quell’incontro e li ho filmati”. Se gli animali avessero la parola…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un sito WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: