Rapimento senza riscatto

Gli investigatori della Squadra Mobile di Trento sono riusciti a ritrovare, nell’arco di poche ore, una cagnolina che era stata rapita dal giardino di casa sua ieri pomeriggio. La proprietaria, quando è rincasata dal lavoro, si è accorta della sua assenza e l’ha cercata ovunque, inutilmente. Quindi si è rivolta alla centrale operativa 112 e al canile e ha scritto un appello su diversi gruppi Facebook. Fortunatamente la nipote della signora, una volta appresa la notizia, si è ricordata di aver intravisto un cane simile in un giardinetto insieme a tre bambini e una signora qualche ora prima. Non appena sono venuti a conoscenza del fatto, gli investigatori si sono messi alla ricerca del cane e hanno controllato le telecamere comunali della zona indicata dalla ragazza per tentare di identificare i responsabili. In questo modo sono riusciti a riconoscere una signora di origini sinti, che aveva con sé una cagnolina corrispondente a quella di cui era stata denunciata la scomparsa. Dal microchip della cagnolina è stato possibile avere la certezza che si trattava proprio della cagnolina rapita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un sito WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: