Lecco: affama-randagi dietrofront

“Come altri sindaci che ci avevano provato in passato, anche il primo cittadino di Lecco innesta la marcia indietro sull’ordinanza che vieta di somministrare cibo agli animali selvatici e randagi. Mi auguro che la manovra sia completata e l’ordinanza sparisca del tutto”. Lo afferma l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, commentando la decisione di “riconsiderare” il provvedimento dopo il 23 ottobre annunciata dal sindaco Mauro Gattinoni (centrosinistra). “Sul fronte legale – precisa la deputata – non ci fermiamo: abbiamo già presentato una richiesta di accesso agli atti, per capire su quali basi è stato adottato il provvedimento, e un’istanza di revoca in autotutela, perché l’amministrazione ritiri l’ordinanza senza se e senza ma. E ora speriamo che il sindaco si dedichi alla costruzione del canile, togliendo Lecco dall’imbarazzante primato di essere l’unico capoluogo di provincia del Nord Italia a non disporne. Struttura promessa, oltre che da lui, anche dalle due precedenti amministrazioni di centrosinistra del sindaco Virginio Brivio.

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un sito WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: