800 cani in una struttura per 60

Erano tenuti in condizioni disastrose, incompatibili con la loro natura: con questa motivazione i carabinieri forestali di Ancona hanno sequestrato ben 859 cani di piccola taglia in un allevamento di Trecastelli. I militari hanno valutato che la struttura era adatta a ospitare solo 61 cani, appena 1 su 14 di quelli realmente presenti. La situazione peggiore è risultata essere quella riscontrata presso l’abitazione annessa all’allevamento, nella quale sono stati rinvenuti 270 cani, molti dei quali chiusi dentro trasportini accatastati gli uni sugli altri o dentro contenitori in plastica in condizioni igieniche molto precarie. Inoltre, molti dei cani sequestrati avevano contratto la brucella canis, zoonosi infettiva trasmissibile anche all’uomo, l’unico focolaio conosciuto finora all’interno della Comunità Europea. L’allevamento, molto noto e particolarmente attivo nella vendita di cani di piccola taglia come chihuahua, barboncini e maltesi, aveva già subito provvedimenti di restrizione a partire dal 2018. Al momento sono 5 le persone indagate dalla procura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un sito WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: